Essere genitori

Premessa

Ogni bambino, fin dalla nascita, è predisposto a crescere ed evolversi all’interno delle relazioni che vive, sintonizzandosi sugli stati emotivi delle sue figure di riferimento.
Un parenting responsivo e sensibile, cioè la capacità dei genitori di percepire le caratteristiche, i segnali e i bisogni del bambino e di rispondervi in maniera pronta e adeguata, costituisce un fattore centrale per un positivo sviluppo: crescendo si sentiranno avvolti da un senso di protezione e da una stabile sicurezza e fiducia, che genereranno benessere e autonomia.
Per i figli è infatti importante disporre di adulti di riferimento disponibili all’affettuosità e alla tenerezza, ma anche presenti nell’aiutarli a gestire i propri bisogni, desideri ed emozioni.
In ottica preventiva, lavorare sulla genitorialità significa promuovere la comprensione dello sviluppo infantile ed offrire ai genitori strumenti utili per confrontarsi con le diverse esperienze e problematiche che caratterizzano l’itinerario di sviluppo dei figli, sensibilizzandoli rispetto ad alcuni fattori di protezione e di rischio e promuovendo alcune competenze emotive e relazionali.

Destinatari

Il progetto è rivolto a gruppi di genitori.

Obiettivo

L’obiettivo del progetto è ascoltare e sostenere i genitori creando un momento di confronto, discussione e riflessione sulle esperienze e difficoltà che incontrano quotidianamente nella relazione con i figli, offrendo loro strumenti utili per affrontare tali problematiche, sulla base dei più recenti studi nel campo della psicologia dell’età evolutiva.

Modalità di lavoro

Il progetto prevede un lavoro di gruppo strutturato in modo attivo ed esperienziale, che favorisca la partecipazione ed il coinvolgimento.
Ad una breve introduzione teorica delle tematiche proposte, seguono specifiche attività pratiche che permettano ai partecipanti di sperimentarsi partendo dalla propria esperienza e confrontarsi con il gruppo.

Sarà possibile, in parallelo agli incontri per i genitori, attivare laboratori rivolti ai bambini, se vi sarà un numero minimo di richieste.

I percorsi

Il progetto Essere genitori si articola in 5 percorsi:
• La genitorialità
• Bambini e ragazzi: itinerari di sviluppo
• Sintonia emotiva tra genitori e figli
• Una relazione educativa
• Dialogare con i figli sull’affettività e la sessualità

In base alle specifiche esigenze è possibile scegliere quali percorsi si desidera attivare.

È inoltre possibile concordare lo sviluppo di altri temi di interesse, da integrare a quelli proposti.

  1. Considerando la teoria dell’attaccamento come cornice di riferimento, questo percorso si propone di favorire la riflessione rispetto alla genitorialità, alle funzioni e ai ruoli genitoriali, sostenendo e valorizzando le competenze personali.

    Attraverso differenti attività, questo percorso si propone di:
    • stimolare la riflessione rispetto ai cambiamenti avvenuti nel contesto socio-culturale e alle conseguenti modificazioni nelle caratteristiche della famiglia;
    • condividere alcune conoscenze sulla teoria dell’attaccamento e sensibilizzare rispetto all’importanza della famiglia, come luogo privilegiato per lo sviluppo del bambino;
    • favorire il confronto circa le funzioni e i ruoli genitoriali;
    • sostenere e valorizzare le competenze dei genitori, promuovendo la consapevolezza rispetto alle proprie risorse

  2. Questo percorso desidera approfondire la conoscenza dei principali elementi di psicologia dello sviluppo, con particolare attenzione ai fattori protettivi e di rischio, al fine di garantire favorevoli contesti di crescita, fondamentali per promuovere atteggiamenti positivi verso se stessi e verso il mondo.

    Attraverso differenti attività, questo percorso si propone di:
    • promuovere la conoscenza rispetto allo sviluppo fisico, cognitivo, emotivo e relazionale dei bambini e dei ragazzi;
    • approfondire i bisogni specifici dei bambini e dei ragazzi e le differenti modalità relazionali;
    • favorire la riflessione rispetto ai fattori costituzionali, relazionali e contestuali che influenzano l’itinerario di sviluppo;
    • sviluppare la consapevolezza rispetto ai principali fattori di protezione e di rischio, nell’ottica di promozione del benessere.

    Sulla base delle richieste, è possibile approfondire aspetti più specifici:
    • il bambino e .. il tempo libero, la scuola, il gruppo dei pari, etc.
    • l’adolescente e…le identificazioni, i conflitti, la scuola, il gruppo dei pari, etc.

  3. Questo percorso desidera sensibilizzare i genitori rispetto all’importanza del sintonizzarsi emotivamente con i figli riconoscendo i loro bisogni, emozioni e pensieri e dell’aiutarli a sviluppare competenze emozionali, al fine di favorire uno sviluppo positivo.

    Attraverso differenti attività, questo percorso si propone di:
    • sensibilizzare sulle caratteristiche di una relazione attenta ed empatica, basata sull’ascolto e sul dialogo con i figli;
    • promuovere il sostegno ai figli nella comprensione della funzione delle emozioni, intese come strumenti fondamentali per conoscere sé e gli altri e per costruire rapporti profondi e significativi sia con gli adulti di riferimento, sia all’interno del gruppo dei pari;
    • offrire strumenti utili per aiutare i figli a riconoscere, nominare, esprimere e gestire le proprie emozioni;
    • favorire il riconoscimento di eventuali segnali di disagio, riflettendo sulle strategie possibili per promuovere il benessere.

  4. Questo percorso desidera sostenere i genitori rispetto all’importante ruolo educativo che rivestono nella relazione con i figli, come guide sicure a cui fare affidamento per gestire i propri bisogni, desideri ed emozioni e come adulti disponibili al dialogo e al confronto rispetto ai valori di riferimento.

    Attraverso differenti attività, questo percorso si propone di:
    • approfondire le caratteristiche dei differenti stili educativi, riflettendo sui vantaggi di uno stile autorevole;
    • promuovere il dialogo tra genitori e figli, in un clima di reciproco riconoscimento e rispetto;
    • riflettere sull’importanza dei “no” e di regole chiare e condivise;
    • stimolare la riflessione ed il confronto sulle scelte educative e sulla trasmissione dei valori.

  5. Questo percorso desidera favorire la riflessione con i genitori rispetto all’importanza di creare occasioni per parlare di affettività e sessualità con i figli, per proteggerli dai messaggi poco mediati e fuorvianti che provengono dal mondo esterno e aiutarli a costruirsi una rappresentazione positiva e consapevole della sessualità.

    Attraverso differenti attività, questo percorso si propone di:
    • accompagnare e sostenere i figli nella ricerca di significati per le esperienze e le emozioni relative all’affettività e alla sessualità;
    • costruire un linguaggio comune per parlare di queste tematiche;
    • promuovere il confronto rispetto alle difficoltà che si possono incontrare nell’affrontare questo argomento.