Relazioni che fanno stare bene

Premessa

Nel campo della salute e del benessere negli ultimi anni si è affermato un approccio centrato sulla promozione della salute, intesa come sviluppo delle potenzialità umane. Centrale è diventato, quindi, il concetto di “Qualità della Vita”, che incorpora al suo interno numerosi aspetti fra loro collegati: la salute fisica, lo stato psicologico, il livello di autonomia, le relazioni sociali, le credenze personali ed il rapporto che si stabilisce con l’ambiente nel quale ciascun individuo vive (OMS,1995).
Secondo questa nuova e più ampia prospettiva, la tutela della salute fisica e mentale non può più essere affidata esclusivamente al settore sanitario, ma richiede di essere promossa in ogni ambito della società.
Tutti coloro che rivestono un ruolo educativo nei confronti dei minori nei diversi contesti assumono quindi un ruolo fondamentale nel facilitare il processo di crescita dei bambini e dei ragazzi e nel promuovere il loro benessere personale e sociale, decodificando eventuali segnali di disagio e prevenendo i comportamenti a rischio.

Destinatari

Il progetto è rivolto a coloro che nei diversi contesti ricoprono un ruolo educativo nei confronti dei minori (insegnanti, educatori, volontari, animatori, ecc…).

Obiettivo

Questo progetto desidera creare occasioni di formazione, confronto e riflessione rispetto alle esperienze e alle problematiche vissute all’interno delle relazioni educative significative che si creano con i bambini e i ragazzi, offrendo strumenti utili per promuovere il loro benessere.

Modalità di lavoro

Il progetto prevede un lavoro di gruppo strutturato in forma interattiva, per favorire la partecipazione.
Ad una breve introduzione teorica delle tematiche proposte, seguono specifiche attività pratiche che permettano ai partecipanti di sperimentarsi partendo dalla propria esperienza e confrontarsi con il gruppo.

I percorsi

Il progetto Relazioni che fanno stare bene si articola in 3 percorsi:
• Promuovere il benessere
• Itinerari di sviluppo
• Le relazioni nei gruppi
In base alle specifiche esigenze è possibile scegliere quali percorsi si desiderano attivare.

È inoltre possibile concordare lo sviluppo di altri temi di interesse, da integrare con quelli proposti.

  1. Questo percorso desidera favorire le competenze emotive e relazionali indispensabili per accompagnare e sostenere i bambini ed i ragazzi nel loro itinerario di crescita.Attraverso differenti attività, questo percorso si propone di:
    • favorire la consapevolezza dell’importanza del proprio ruolo educativo, riflettendo sulle motivazioni che li guidano e sulle risorse personali e di gruppo su cui possono contare;
    • promuovere la capacità di ascoltare attivamente i bambini ed i ragazzi comprendendo il modo in cui attribuiscono significati alle esperienze che vivono;
    • potenziare la capacità di riconoscere e comprendere le emozioni dei bambini e dei ragazzi, immedesimandosi in loro e decodificando eventuali segnali di disagio;
    • sviluppare la capacità di interagire e relazionarsi in modo positivo con i bambini ed i ragazzi tenendo in considerazione la specifica modalità relazionale di ognuno.
  2. Questo percorso desidera approfondire la conoscenza dei principali elementi di psicologia dello sviluppo, con particolare attenzione ai fattori protettivi e di rischio, al fine di garantire favorevoli contesti di crescita, fondamentali per promuovere atteggiamenti positivi verso se stessi e verso il mondo.Attraverso differenti attività, questo percorso si propone di:
    • sottolineare l’importanza della presenza di figure di riferimento per lo sviluppo armonico del bambino;
    • promuovere la conoscenza rispetto allo sviluppo fisico, cognitivo, emotivo e relazionale;
    • favorire la riflessione rispetto ai fattori costituzionali, relazionali e contestuali che influenzano l’itinerario di sviluppo;
    • sviluppare la consapevolezza rispetto ai principali fattori di protezione e di rischio nell’ottica di promozione del benessere.
  3. Questo percorso desidera favorire l’approfondimento rispetto alle caratteristiche del “gruppo”, in particolare in riferimento alle relazioni che si creano tra i suoi componenti, al fine di promuovere un clima sereno e favorire il benessere personale e sociale dei bambini e ragazzi.Attraverso differenti attività, questo percorso si propone di:
    • sensibilizzare rispetto al significato che il gruppo riveste nelle diverse età, in particolare in relazione ai bisogni di identificazione ed appartenenza;
    • promuovere la conoscenza rispetto agli aspetti psicologici collegati all’appartenenza ad un gruppo;
    • stimolare la riflessione sulle differenti modalità relazionali presenti sia all’interno del gruppo di lavoro che nel rapporto con i ragazzi;
    • favorire la capacità di leggere e gestire le dinamiche che si vengono a creare quotidianamente.