Massaggio al bambino

Premessa

“I piccoli hanno bisogno di latte, sì. Ma più ancora di essere amati, e di ricevere carezze. Nel bambino piccolo la pelle viene prima di ogni altra cosa e bisogna prendersene cura, nutrirla, con amore. Essere portati, cullati, accarezzati, essere tenuti, massaggiati, sono tutti nutrimenti per i bambini piccoli, indispensabili, come le vitamine, i sali minerali e le proteine” (F. Leboyer).
Il massaggio al bambino è un’antica tradizione presente in molte culture: è principalmente un modo di stare con il proprio bambino, un mezzo privilegiato per comunicare e relazionarsi con lui, un’esperienza di profondo contatto emotivo. Con il massaggio i genitori possono accompagnare, proteggere e stimolare la crescita e la salute del loro bambino.

Destinatari

Il progetto Il tocco gentile è rivolto a piccoli gruppi di genitori e bambini di età compresa tra 0 e 12 mesi.

Obiettivo

Questo percorso si propone di offrire la possibilità di sperimentare il massaggio al bambino inteso come esperienza privilegiata di relazione affettiva con il proprio figlio.

Modalità di lavoro

Il corso si articola in 5 incontri della durata di 1 ora e 30 minuti.
Verranno affrontati diversi aspetti della relazione genitore-bambino e verrà stimolato il confronto tra i partecipanti.
Le conduttrici mostreranno le tecniche di massaggio, secondo il metodo proposto dal MIPA Centro Studi di Brescia, e i genitori le sperimenteranno con il loro bambino.

Il percorso

Questo percorso desidera offrire ai genitori e ai loro bambini un’occasione di conoscenza e comunicazione reciproca, promuovendo l’apprendimento pratico di una sequenza di massaggi che favoriscono il benessere ed il rilassamento di entrambi.

Attraverso differenti attività, questo percorso si propone di:
• approfondire la teoria dell’attaccamento nelle relazioni precoci che si creano tra il bambino e i suoi genitori;
• confrontarsi rispetto ai bisogni dei genitori e del bambino;
• diventare consapevoli dell’infinita varietà della comunicazione tattile e quindi della peculiarità ed originalità del proprio tocco, con un atteggiamento di curiosità e rispetto per le caratteristiche, i movimenti e i gesti del bambino;
• apprendere la sequenza completa dei massaggi e i benefici per il bambino.